L’Associazione AMA-Linea di Sconfine propone le seguenti iniziative:



DolceMente

Vie olistiche alla salute, al bene-essere e alla crescita etico-spirituale


Gli approcci olistici considerano i vari livelli della nostra manifestazione esistenziale (somatico, energetico, emozionale-affettivo, mentale, psichico e spirituale); nel contempo si riferiscono agli aspetti relazionali ed ambientali, in una prospettiva etica ed ecologica. Tali discipline sono oramai da tempo riconosciute ed accreditate dal mondo scientifico, sia per la promozione della salute e la prevenzione, sia per percorsi realmente curativi per le più svariate problematiche mediche e psicologiche.
I vari incontri in calendario (Yoga, Shiatsu, Qi-gong, Tecniche anti-stress, Yoga della risata, Heart chakra meditation, Le musiche e il silenzio dell’Anima…) vengono proposti da operatori e professionisti del settore e creano risonanze interiori e relazionali, soprattutto attraverso momenti esperienziali ed espressivi.
Da ottobre a maggio gli incontri si tengono all’interno del CSM AI; nei mesi estivi all’aperto, nel Parco Basaglia, dando luogo appunto a DolceMentEstate.
Sempre nella cornice di Dolce-Mente, ogni anno nel mese di luglio si tiene un Convegno su un tema specifico.



Linea di Sconfine

Incontri culturali per la salute psichica comunitaria


Qui di seguito sintesi dello storico “manifesto” iniziale:

“Chi si viene a trovare, per i motivi più vari, in una situazione di sofferenza psichica spesso tende a isolarsi, non trova risorse personali familiari e sociali per superare il disagio ed inizia ad aggrapparsi a trattamenti farmacologici con il rischio di diventarne dipendente.
Attorno a tali situazioni la società erge mura e confini meno visibili, ma più insinuanti del tempo del manicomio e in altro modo segreganti.
La proposta di “Linea di Sconfine” è di superare i nostri confini mentali e relazionali e di affermare il nostro diritto e la nostra responsabilità ad agire non solo per la nostra salute psichica ma anche per quella sociale.
Le sofferenze psichiche non devono rimanere soltanto un fatto privato, ma devono trovare corrispondenze e condivisione comunitarie.
Si ritiene che la sofferenza di un singolo o di un nucleo familiare debba diventare occasione per altri cittadini, non solo per i professionisti che operano nella sanità, di costruire reti di rapporti e di incontri, trame di relazioni e di scambi per un tessuto sociale meno sfilacciato.
Tale ideale può essere perseguito anche attraverso un volontariato attivo che si impegni sia nella promozione culturale, sia nel garantire vicinanza a persone in difficoltà, talune a rischio di emarginazione”.

Gli incontri culturali di "Linea di Sconfine", autogestiti o con la partecipazione di ospiti e relatori esterni, propongono confronti, conversazioni e letture su temi attinenti la salute psichica e possibili percorsi verso il bene-essere individuale e comunitario.
Nel 1998, partendo da questi incontri, abbiamo proposto un opuscolo con una raccolta di citazioni che abbiamo intitolato “VOCI DELL’ANIMA”; qui erano riportate oltre alle parole di personalità autorevoli anche riflessioni e contributi di partecipanti al Collettivo.
È seguita la raccolta di “VOCI DEL CUORE” dove troviamo ancora citazioni autorevoli con apporti e testimonianze personali.
In seguito ancora è stato pubblicato “VOCI DELL’AMORE”, con riflessioni, poesie, racconti esclusivamente usciti dal cuore e dal pugno dei partecipanti al collettivo; “voci” scaturite da emozioni gioiose, ma anche dolorose, offerte con il cuore da parte di chi ha voluto portare amore, far conoscere amore, parlare d’amore, la migliore medicina per la salute e il bene-essere di tutti e di ciascuno.

Gli incontri per tanti anni si sono tenuti ogni lunedì da ottobre a maggio presso il Centro di Salute Mentale Alto Isontino sito in Parco Basaglia, via V. Veneto 174 a Gorizia. Dopo la sospensione a causa della pandemia, gli appuntamenti sono ripresi da dicembre 2023 a cadenza mensile.

I gruppi di “Auto-Mutuo-Aiuto”



Dall’esperienza del Collettivo “Linea di Sconfine” nel 1997 nascono i gruppi A.M.A. (Auto Mutuo Aiuto).
L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) definisce l’auto-mutuo-aiuto (AMA) come “l’insieme di tutte le misure adottate da figure non professioniste per promuovere, mantenere o recuperare la salute, intesa come completo benessere fisico, psicologico e sociale di una determinata comunità”.
L’auto-mutuo-aiuto, conosciuto anche con l’espressione inglese di “self help”, è un modo condiviso di affrontare svariati problemi di vita: disturbi dell’umore, tensioni e sofferenze interiori, problemi familiari, difficoltà economiche, solitudine, malattie, separazioni, morte di una persona amata…
Parlare di questi problemi con altre persone che vivono o hanno attraversato tali esperienze, può aiutarci ad affrontare le difficoltà quotidiane e ad imparare a fronteggiarle per il futuro.
Nel gruppo di auto-mutuo-aiuto si ascolta e si è ascoltati, senza pregiudizi, in un clima armonioso in cui si scoprono e si potenziano le proprie risorse interiori. Tale gruppo si autogestisce seguendo un sistema condiviso di obiettivi, regole e valori come il non giudizio, l’ascolto, la segretezza, l’accettazione, la parità, il rispetto, il parlare di se stessi senza generalizzare, autoregolarsi il tempo a propria disposizione, accettare la gemmazione (divisione del gruppo perché superiore a dieci persone) e l’accettazione del moderatore.
Oltre alla finalità di affrontare insieme disagi e sofferenze psichiche, ci si propone di creare una rete amicale di sostegno e aiuto reciproco e di costruire solidarietà e benessere sociale.
I gruppi AMA di Gorizia collaborano da anni con il CSM AI , anche promuovendo incontri di formazione per Facilitatori e Attivatori di gruppi di Auto Mutuo Aiuto.


Percorsi di-Versi

Rassegna estiva di poesia, musica e laboratorio teatrale


È una rassegna che si svolge nel mese di luglio e che prevede delle serate (il lunedì) con l’intervento di poeti e scrittori, anche di rilevanza nazionale e internazionale, che leggono le proprie opere letterarie con accompagnamento musicale. Al termine della lettura v’è un momento di dibattito e di confronto con il pubblico, che può anche leggere i propri scritti.
In altre serate (il martedì) viene proposto un laboratorio teatrale che sviluppa testi personali, anche rifacendosi alla letteratura. In passato si è anche partecipato alla Rassegna teatrale “Altre Espressività” per presentare il lavoro svolto, coinvolgendo utenti del CSM-AI.
In ottobre infine si organizza una video proiezione di fotografie realizzate durante la rassegna unitamente ad un momento conviviale. 


S.O.S. Cervello



S.O.S. CERVELLO si propone di creare opportunità culturali e relazionali che facilitino l’espressione dei talenti della nostra Anima, spesso “narcotizzata” da sostanze legali ed illegali (psicofarmaci, droghe varie, alcol, nicotina…) e da abitudini venefiche e nefaste (dipendenza da cibo, gioco, televisione, computer, tecnologia varia, ”beni”superflui…); così riconnettendoci con la nostra Anima possiamo ritrovare la consapevolezza del nostro mandato e della nostra missione esistenziale, per noi stessi, per gli altri e per il mondo… Incontri mensili da ottobre a maggio con specialisti ed operatori del settore.
(www.sos-cervello.it)


SpazioVeg

Appuntamenti culturali sulla scelta vegetariana, ancor meglio vegana


Incontri a cadenza non prefissata per confrontarsi con l’opportunità della via vegetariana-vegana per motivi salutari, etici, filosofici, ecologici, socio-politici. Tali incontri vengono promossi insieme alla delegazione di zona dell’Associazione Vegetariana Italiana (A.V.I.).


È Gioia

Feste e altre iniziative gioiose in Parco Basaglia



Proposta coordinata dal CSM Alto Isontino e che vede la collaborazione anche di altre Associazioni e di cittadini interessati; tale gruppo organizzatore ha deciso di presentarsi come “Gruppo Amici del Parco Basaglia”.

Le iniziative si tengono nei periodi climatici favorevoli, negli spazi verdi attigui alla sede del CSM; finora gli eventi più significativi sono stati “Gran Bazar nel Parco”, “DolceMente Primavera”, “Festa d’Autunno con castagnata”, “Festa Ferragostana”. Caratteristica di queste occasioni è quella di offrire un programma variegato, composto da momenti ludici e conviviali, musica, balli, pratiche olistiche in gruppo, laboratori creativo-artistici, passeggiate didattiche nel parco alla ricerca di erbe spontanee e commestibili… In particolare l’intento è quello di riuscire a coinvolgere anche le persone solitamente ritrose e con tendenza all’isolamento, creando opportunità d’incontro in un’atmosfera serena e appunto gioiosa.


La partecipazione a tutte le iniziative è aperta alla cittadinanza e gratuita.



Contattaci